Scelta degli arredi o partita a poker? Cos’è più pericoloso?

Scegliere il giusto arredo per la cucina di casa è come giocare d’azzardo: si spende un patrimonio e comunque non ci si riesce quasi mai. Anzitutto bisogna pensare al tipo di cucina più funzionale: statisticamente le più gettonate sono le cucine componibili dove possiamo avere carta bianca sulla disposizione dei moduli, e questo è sicuramente un vantaggio non indifferente. E qui parte la roulette russa: bisogna trovare i moduli del giusto colore, del giusto materiale, della giusta forma e dimensione, in modo da creare un ambiente bello da vedere, ma che sia anche abbastanza spazioso e pratico, quindi bisogna tenere conto delle proprie abitudini. Cuciniamo spesso? Cuciniamo in due o mi occupo solo io di far da mangiare? Sono più un tipo da panino o risotto pronto o voglio liberare il Cracco che è in me? Se si cucina in due, è effettivamente essenziale creare un ambiente in cui sia facile giostrarsi, che sia anche facile da pulire e che sia attrezzato a ospitare gli elettrodomestici che usiamo più spesso: microonde, macchina del caffè, frullatore, lavastoviglie, robot da cucina, planetaria, e chi più ne ha, più ne metta. Inoltre, come ci suggerisce questo

autorevole sito, è fondamentale tenere conto anche di quei dettagli apparentemente insignificanti quali maniglie e illuminazione, Sì, lo so, è più facile fare un terno al lotto. Non è una novità che chi ha necessità di comprare una cucina nuova passi mesi interi a girovagare nei negozi come zombie alla ricerca di cervelli succulenti. E poi, dopo varie ricerche infinite, in cui si è andati a spulciare ogni negozio, se non si fa attenzione a considerare tutte le variabili del caso, si finisce sempre con l’optare per una soluzione che non ci soddisfa pienamente. La cucina è un luogo importante, è il luogo in cui diamo sfogo alle nostre capacità culinarie (vere, presunte o in via di sviluppo), e la scelta del mobilio più adatto dev’essere fatta con precisione scientifica. E quando finalmente se ne trova una? Facile, si bluffa, come col poker: non ci si fionda subito nell’acquisto, si continua a cercare, magari anche su internet, per alternative migliori o più economiche, perché la cucina perfetta non l’hanno ancora nemmeno inventata, è lì da qualche parte, là fuori, che ci aspetta. Eppure, se non si fa trovare, possiamo sempre tornare indietro e dire: “Bingo!”